Poesia di Rolando Attanasio su Mare
Poesia su Mare di Rolando Attanasio
Newsletter un Aforisma al Giorno
Pagina Facebook di Apoftegma
Canale Telegram di Apoftegma
Chatta su Messenger Apo il BOT di Apoftegma
Twitter Apoftegma
Frasi e Aforismi by Apoftegma.it
Frasi, Aforismi e Poesie by Apoftegma.it

FrasiPoesia Mare di Mare di Rolando Attanasio (Mare)



Notte di mare là dal mare
Lontano, agitato di mare

Vento corre attraversomi
Vicino, calmo da mare

Lampioni, soli come io, come te
Come Marcella di mare e mare

Mare, mare in casa di mare, mare
E sussurri, speranze e mare, mare.

Giochi le paure, naufragi
Freschi cancelli di cielo

Aiuole di sabbia le stelle
Finestre parlano luna

Le nostre famiglie, gioco di mare
Di onde del mare tornando

Ora ritorna, ora và
Come onde veloci

Poi viaggio e fermo m'illudo
LA marea del mare, lenta

Nascosti tesori, nostri i desideri
Profondità possibili il nostro mare, giù

Tu... bellissima, blu bello, come mare
Anche come sirena, sul mare e mare

Acquazzone va, al mare vicino viene
Si scioglie nel porto, tintinnio sull'acqua, salata.

E' notte, è mare, è notte
E' giorno di mare, aperto, è vento, è giorno

Possibili azzurri intravedo lontano
E lidi di blu e litri, litri,fermi, d'acqua nell'acqua

Guarda le rocce scoscese su roccia
Respira a perdifiato panorami immensi

Osserva gli uccelli sull'acqua del mare
E i pesci, nel profondo continuano a nuotare

Osserva giganti sommersi, ora sono scogli nel mare
Perduti marinai d'un tempo,come voci dal mare

Maree alte, basse maree
Agitato e immobile cobalto mare, cobalto

Luminosi i rumori di navi sul mare, da navi percorso, mare
Tracce d'alghe turchese, galleggiano, ignaro mare

E il faro lontano, e il molo, dove l'amore viene
E invece l'ancora, la conchiglia vuota, dove la morte va

Tu puoi ascoltarmi in preghiera
Come ascolti conchiglie

Allora, ascoltare il rumore del mare
Ora, Sussurri le onde, bisbigli le parole

Mari inventati, s'infrangono, su labbra accese
Ascolta lontano, possibile, tonfo nel mare

Esse sono pene passate d'amore, mare attraverso
E giochi di bimbi, gelosie andate, disperse,finite in mare

Al mare vieni a me, con me, viandanti siamo
Parlando di mare, sfiorandoci le labbra, parlando silenzi

Ebbrezze narrano sole, c'assalgono
T'assalgono al mare, luci, in mare, riflettono

Liquefatto blu negli occhi belli
Anche la notte è nel mare

Tutto viene dal mare, tutto và al mare
Anche in nostri pesci, come pensieri, vanno e vengono

Le nostre sommerse carezze e paure
Gli abbracci nascosti. lasciamoli andare.

Come vento che porta con se il mare
Noi Pescatori di gocce, umide, bagnati

E Barche perdute sul mare
Onde trasportano il loro mare

Rematori stremati i tuoi pensieri,come i miei
Da tanto viaggiare per mare, mare.

Quanta vita remando, a tirare
Controcorrente, senza paura, audaci i polsi, a vogare

Ora riposa con me, ripieghiamo le vele
Lasciamo al vento il respiro, che si sposi col mare

Bello è lasciarsi cullare, di mare.
E' felice il ritorno nel sonno col mare

Ecco, non perdersi a mare, ma mare perdersi a mare
Venendo e andando, come onde, dal mare di mare
<< Poesia Precedente | Poesia Successiva >>
<< Rolando Attanasio | Mare >>

Cerca la Frase o l'AforismaCerca Aforismi


Testo:
Autore:
Categoria:


Seguici sul nostro canale telegram

Chatta Con APO, il nostro Assistente VirtualeChatta con APO


APO è il nostro assistente virtuale che ti aiuta a trovare le frasi che cerchi...
Chatta con APO, il BOT Messenger di Apoftegma.it

Ricevi un Aforisma al GiornoUn Aforisma al Giorno


eMail:
Accetto(*): Trattamento Informativa Dati
Cancellati

Facendo click su Registrati, accetti le nostre condizioni sul trattamento dati, l'informativa è a fondo pagina non facciamo spam, non facciamo pubblicità.

De Bello GallicoTraduzione De Bello Gallico


Giulio Cesare, De Bello Gallico
Traduzione Italiano-Latino
Traduzione Latino-Italiano